Tombolo: proprio una bella scoperta!

Oggi parleremo del Tombolo, un’arte dalle origini antichissime che viene praticata in tutto il mondo. I paesi più rinomati in Italia sono ad esempio in Veneto Burano , in Lombardia Cantù, in Abruzzo Pescocostanzo ( dove addirittura esiste una testimonianza storica sulla predilezione per i merletti da parte di Caterina dei medici), nelle Marche Offida.

 

Tombolo: i preziosi merletti di Offida

 

Il merletto di Offida si differenzia dagli altri per il suo pizzo antico che, con il passare degli anni oltre ad essere usato per impreziosire i corredi viene anche utilizzato per creare dei piccoli ma preziosi gioielli come ad esempio nella realizzazione di orecchini, ciondoli bracciali, etc.

 

Facendo una passeggiata tra le vie del paese troviamo ancora le signore che lavorano il Tombolo davanti l’uscio della porta e si può ascoltare il ticchettio dei fuselli che vengono lavorati. La lavorazione si differenzia di paese in paese con dei punti particolari ma sempre con l’ utilizzo dei seguenti materiali.

 

Tombolo: cosa ci serve?

 

1. Il cuscino: viene tramandato di generazione in generazione, ma lo si può fare anche a casa con della stoffa e della segatura ecologica.

 

2. Il trespolo: simile ad uno sgabellino di legno con tre piedi son la parte superiore concava dove si appoggia il cuscino.

 

3. Il filo : in base al tipo di lavorazione viene usato il filo più o meno spesso e di colori differenti, i più usati sono il bianco e l’ecrù.

 

4. i Fuselli: Sono dei bastoncini di legno affusolati dove con una tecnica particolare viene avvolto il filo, vengono sempre usati in coppia e il numero dei fuselli varia in base al disegno.

 

5. I disegni: Vengono applicati a dei cartoncini particolari molto più resistente dei bristol perché, ogni tessitura che si farà con i fuselli verrà fermata con gli spilli, in questo modo si potrà riutilizzare il disegno più volte.

 

6. Gli spilli: ne servono veramente tanti!!!

Alessia, marchigiana, bis mamma, creativa con un recente passato da orafa: fai da te, punto croce, uncinetto e tombolo per me non hanno segreti!

Ti potrebbe interessare

Handmade

Candele Hand-Made profumate

Vogliamo creare un’ atmosfera particolare e profumata per le cene all’aperto tra amici, tenendo lontano anche le zanzare?

 

Oggi vi spiegherò come realizzare delle candele, riciclando i contenitori di vetro che abbiamo in casa come ad esempio i vasetti degli omogeneizzati dei nostri piccoli!

 

Materiale per candele hand-made profumate

-          Vasetti di vetro

-          Stoppini

-          Strutto

-          Colori ad olio (si possono usare anche i colori a cera )

-          Essenza alla cedronella, geraneo etc.

-          Pentolino

-          Cucchiaio

-          Colla a caldo

-          Forbici

-          Stecchini

 

Come realizzare le candele hand-made profumate

 

Come prima cosa se abbiamo i vasetti degli omogeneizzati, dobbiamo togliere accuratamente la colla, una volta lavato ed asciugato prendiamo lo stoppino e, con un punto di colla a caldo lo andiamo a fissare al centro del vasetto.

Per reggere lo stoppino e , tenerlo ben dritto, ci sono due tecniche: la prima è quella di prendere 2 stecchini e legarli con 2 elastici all’estremità per poi far passare lo stoppino in mezzo in modo che si incastri tra i 2 stecchini;la seconda è una tecnica molto più semplice, occorre solamente uno stecchino e basta prendere lo stoppino e fare un giro intorno allo stecchino.

 

Ora prendiamo il pentolino in cui metteremo lo strutto (facilmente reperibile in tutti i supermercati ad un costo bassissimo), un po’ di colore ad olio della tonalità che preferiamo, qualche goccia di essenza alla cedronella e lasciamo sciogliere a fuoco basso, di tanto in tanto mescoliamo , non deve bollire.

 

Una volta sciolto, facendo molta attenzione, versiamo il contenuto nei vasetti.

Mettiamo i vasetti nel frigo per circa 1 ora.

 

Una volta pronti tagliamo lo stoppino in eccesso e possiamo decorare il vasetto come vogliamo anche, semplicemente con un nastrino di organza del colore della tovaglia che andremo a mettere!

Handmade

Regali speciali: piccoli saponi fai-da-te

 

Non avete idea per creare dei piccoli favors di compleanno o dei segnaposto in pochissimo tempo e ad un costo bassissimo?

Oggi vi spiegherò come poter realizzare dei piccoli saponi colorati e profumati.

 

OCCORRENTE SAPONE FAI DA TE

 

-          Sapone alla glicerina (reperibile nei negozi  di materiali per hobbisti)

-          Coloranti per sapone

-          Pentolino

-          Acqua

-          Essenze profumate (lime – vaniglia – lavanda)

-          1 cucchiaio

-          Bicchieri di plastica

-          Stampini in silicone ( tipo le formine per realizzare cioccolatini)

 

 

PROCEDIMENTO SAPONE FAI DA TE

 

Come prima cosa prendiamo il penTolino, nel suo interno mettiamo l’ acqua, circa metà pentolino, portiamo l ‘ acqua ad ebollizione ed una volta raggiunto il bollore spegniamo il fuoco e , facendo molta attenzione immergiamo il contenitore con all’ interno il sapone alla glicerina.

Il sapone alla glicerina è un sapone emolliente per la pelle, si trova  in commercio nella formula trasparente oppure bianco; nel nostro caso ho usato quello trasparente perché , secondo me dona più lucentezza  al segnaposto che andremo a realizzare.

Man a mano che il sapone si scioglie lo mettiamo nel bicchiere di plastica perché il sapone non deve bollire altrimenti risulterà un sapone pieno di bolle d’aria; mettiamo il bicchiere all’interno del pentolino accendiamo il fuoco al minimo, aggiungiamo qualche goccia di colorante e circa 25 gocce di essenza.

Una volta pronto il composto spegnere il fuoco e, con attenzione,lo adagiamo negli stampini cercando di non farlo fuoriuscire.

Questa operazione va ripetuta in base ai colori che vogliamo realizzare.

Lasciamo raffreddare il composto per 1 ora e mezza.

Una volta freddato non ci resta che fare una piccola pressione e tirarli via. Per confezionare il mazzetto di confetti occorre:  il bigliettino dove poter scrivere la data e il nome, 5 confetti, 2  veletti  , il nastrino e , naturalmente il sapone incartato con della pellicola trasparente un punto di colla a caldo ed è pronto!

 

Questi saponi sono molto carini anche per abbellire e profumare il bagno.

Handmade

Gessetti colorati fai-da-te!

E’ finita la scuola!!!

Nelle ore più fresche tutti a giocare a campana! Cosa occorre? Naturalmente dei  coloratissimi gessetti per disegnarla e dei sassolini.

Oggi vi spiegherò come poter  realizzare in pochissimo tempo e con forme che più ci piacciono dei coloratissimi gessetti.

 

OCCORRENTE PER GESSETTI FAI DA TE

 

-           6 cucchiai di gesso in polvere rapido

-          100 ml di acqua

-          Colori a tempera

-          Formine in plastica (taglia biscotti)

-          Ciotoline

-          Spatoline per mescolare

-          Carta da forno

-          Carta da smeriglio

 

 

PROCEDIMENTO GESSETTI FAI DA TE

 

Prendiamo una ciotola e iniziamo a mescolare l’acqua con il gesso rapido fino a quando il composto risulti ben omogeneo, senza grumi ; a questo punto possiamo separarlo nelle ciotole tante quanti i colori che desideriamo fare.

In ogni ciotola mettiamo un po’ di tempera ed iniziamo a mescolare  fino a quando la tempera si sia completamente amalgamata.

Prendiamo un po’ di carta da forno e adagiamo sopra le formine per i biscotti che abbiamo scelto.

Facendo molta attenzione e, in tempi brevi, mettiamo il composto all’ interno delle nostre formine; una volta finito lasciamo asciugare per circa 2 – 3 ore circa.

Una volta asciugati facciamo molta attenzione a staccare i gessetti perché altrimenti rischieremo di romperli dato che il gesso si spezza molto facilmente.

Per rendere i gessetti più rifiniti possiamo passarli nella carta abrasiva da entrambi i lati.

Anche questi gessetti, confezionati in un sacchettino di cellophane trasparente con un bel nastrino, si possono regalare ai bambini a fine festa come ringraziamento.

 

Ed ora… tutti fuori a giocare e buon divertimento!!!

Handmade

Segnalibro estivo...all'uncinetto!

 

Sta arrivando l’ estate e chi non vorrebbe rilassarsi in riva al mare in compagnia di un buon libro?

Quindi, non può mancare un segnalibro tutto speciale estivo  che si realizza in pochissimo tempo!

Oggi realizzeremo un segnalibro con la forma di uno spicchio di anguria.

 

Occorrente segnalibro estivo:

 

-          Stecchetta di legno

-          Lana acrilica di vari colori ( salmone scuro, bianco, verde chiaro)

-          Uncinetto numero 3,5

-          Marca punti

-          Forbicine

-          Pannolenc

-          Ago da lana

-          Colla a caldo

 

Schema segnalibro:

 

Lo schema per realizzare all’ uncinetto lo spicchio è il seguente:

 

Con il filo acrilico salmone

1° giro : fare un anello magico avendo  nel suo interno 6 maglie basse.

2° giro:  fare tutti aumenti ( 2 maglie basse nella stessa maglia), 12 maglie basse complessive.

3° giro: fare 1 aumento e 1 maglia bassa per tutto il giro, 18 maglie basse complessive.

 

Con il filo bianco fare un nodino con il filo salmone e procedere con il 4° giro.

4° giro: fare 1 aumento e 2 maglie basse per tutto il giro, 24 maglie basse complessive.

Con il filo verde chiaro ripetere lo stesso procedimento del nodino e proseguire con il 5° giro.

5° giro : fare 1 aumento e 3 magli basse per tutto il giro ( 30 maglie basse complessive) e una maglia bassissima per chiudere il lavoro.

 

Lasciamo circa 20 centimetri di filo e con le forbicine tagliamo.

Ora pieghiamo lo spicchio a metà e con l’ ago da lana lo cuciamo.

Prendiamo il pannolenci  e ritagliamo 3 piccoli semini a forma di goccia che, con la colla a caldo, andremo ad incollare sopra lo spicchio all’ altezza della parte di colore salmone.

Una volta pronto lo spicchio , sempre con la colla a caldo, andremo ad incollarlo sopra la stecchetta di legno.

 

Ed ora non vi resta che rilassarvi con un buon libro!